Riscaldamento a pavimento (elettrico): quali costi sono previsti per l'acquisizione e l'esercizio

riscaldamento a pavimento-elettrico-costi

Già i romani conoscevano il principio del riscaldamento a pavimento, da cui il calore sale poi nella stanza. Questo principio di riscaldamento può essere implementato non solo con il classico riscaldamento a pavimento ad acqua, ma anche con l'aiuto dell'elettricità. Nella nostra intervista, discutiamo con l'esperto di Quante quali costi ci si deve aspettare per tale riscaldamento elettrico a pavimento al momento dell'acquisto e durante il funzionamento.

Domanda: quanto costa un riscaldamento a pavimento elettrico?

Esperto quantistico: questo ovviamente dipende prima di tutto dal design del riscaldamento, dalla sua potenza individuale e dalle dimensioni dell'area.

riscaldamento a pavimento-elettrico-costi
Il costo del riscaldamento elettrico a pavimento dipende sempre dalla zona in questione.

Fondamentalmente, è necessario prima distinguere tra riscaldamento ad accumulo a massetto e riscaldamento diretto. I riscaldatori ad accumulo funzionano secondo il principio del riscaldamento ad accumulo notturno, si caricano di notte con l'elettricità notturna poco costosa e rilasciano continuamente la quantità di calore generata che viene immagazzinata nel massetto durante il giorno. Il principio è in realtà obsoleto e inefficiente; tali sistemi di riscaldamento vengono costruiti raramente a causa dei cambiamenti nelle tariffe elettriche. Un tale riscaldatore dovrebbe essere installato durante l'installazione del massetto, quindi il retrofit ha poco senso.

La parte praticamente esclusiva del riscaldamento elettrico a pavimento oggi è il riscaldamento diretto. Una pellicola o un tappetino con fili è fissato sotto il rivestimento del pavimento effettivo. Se viene fatta passare l'elettricità, viene generato calore a causa della resistenza esistente all'elettricità.

Costo di acquisizione

I tappetini e le pellicole per interni costano tra i 30 EUR al m² e i 100 EUR al m² a seconda della potenza di riscaldamento. Potete posare le pellicole da soli. Solo il collegamento alla rete elettrica deve essere eseguito da un elettricista. Maggiore è l'area fornita con il riscaldamento elettrico a pavimento, più economico è solitamente. Le uscite di superficie più elevate (150 W / m² o anche 200 W / m²) costano naturalmente di più.

riscaldamento a pavimento-elettrico-costi
Il riscaldamento a pavimento elettrico è adatto praticamente a tutti i rivestimenti per pavimenti.

Oggigiorno, tutti i rivestimenti per pavimenti possono essere utilizzati come rivestimenti per il riscaldamento diretto, fino al laminato, nonché ai pavimenti in parquet e legno. Tuttavia, la copertura dell'area potrebbe dover essere ridotta e spesso vengono utilizzati sistemi speciali in alluminio per pavimenti sensibili. I costi dipendono dalle prestazioni del sistema e dalle dimensioni dell'area.

Costo operativo

I costi di esercizio per il riscaldamento elettrico sono facili da calcolare:

Potenza totale (in kW) x numero di ore di funzionamento x prezzo dell'elettricità (in EUR per kWh)=costi di esercizio per il riscaldamento

Se un sistema di riscaldamento funzionasse come sistema di riscaldamento principale, avrebbe un tempo di funzionamento di circa circa 2.200 ore all'anno.

Esempio di costo dalla pratica

Nell'ambito della ristrutturazione del bagno, vogliamo installare un riscaldamento elettrico a pavimento con una potenza flessibile compresa tra 80 W e 250 W. Posiamo noi stessi le pellicole riscaldanti, assumiamo un elettricista per collegare il riscaldamento. Il nostro bagno è di 12 m². Oltre al riscaldamento, ordiniamo anche un termostato con touchscreen.

Per stimare i nostri costi per il funzionamento del riscaldamento, calcoliamo in 8 mesi di riscaldamento (tempo di riscaldamento e tempo di transizione) con un tempo di funzionamento giornaliero di 5 ore (mattina e sera). Questo ci porta a un totale di 12 ore. Calcoliamo con 200 W / m² (=2,4 kW per l'intero bagno).

Inviareprezzo
Sistema completo per autoposante per 12 m²797 EUR
termostato249 EUR
Collegamento da parte di un elettricista e lavori di adattamento180 EUR
Costi di acquisizione totali con esso1.226 EUR
Costi operativi per il tempo di riscaldamento calcolato (1.200 ore, 2,4 kWh, prezzo dell'elettricità 0,30 EUR per kWh)864 EUR all'anno o 72 EUR al mese

I costi qui riportati si riferiscono ad un unico impianto e ad uno specifico tempo di funzionamento. I costi in altri casi possono ovviamente variare da persona a persona.

Domanda: da cosa dipende il costo del riscaldamento elettrico a pavimento?

riscaldamento a pavimento-elettrico-costi
Il costo del riscaldamento elettrico a pavimento dipende da vari fattori.

Esperto quantistico: quanto segue si applica ai costi di acquisizione:

  • la dimensione dell'area da riscaldare
  • il design del riscaldamento selezionato (pellicola, tappetini riscaldanti, sistema in alluminio)
  • le prestazioni del sistema selezionato (in W / m²)
  • i costi di connessione alla rete elettrica
  • se applicabile, le spese sostenute per la posa da parte dell'artigiano

Quanto segue si applica ai costi durante il funzionamento:

  • la potenza effettivamente richiesta dal sistema (W / m² in funzione)
  • il numero di ore di funzionamento
  • il prezzo dell'elettricità per kWh

Domanda: varrebbe la pena di utilizzare il riscaldamento elettrico a pavimento se generassi la tua elettricità utilizzando un impianto fotovoltaico?

riscaldamento a pavimento-elettrico-costi
Un impianto fotovoltaico non è utile per il funzionamento del riscaldamento elettrico a pavimento.

Esperto quantistico: non dovresti commettere l'errore di credere che l'elettricità che generi da solo sia gratuita. Se si calcola con precisione, il costo dell'elettricità da impianto fotovoltaico è di circa 8-10 centesimi per kWh. Questo è ancora due volte più costoso della maggior parte dei sistemi di riscaldamento a biomassa e dal 30% al 50% in più rispetto all'ottenimento di calore dal gas.

Diventa ancora più problematico perché l'elettricità generata deve essere immagazzinata per averla permanentemente disponibile. I costi per lo stoccaggio dell'elettricità sono attualmente ancora molto alti, la durata è limitata. In genere, i costi per un kWh di elettricità generato e immagazzinato sono compresi tra 18 e 25 centesimi anche nel migliore dei casi.

Finanziariamente non vale quindi la pena come riscaldamento principale anche con un impianto solare esistente. Tuttavia, questo può ancora essere utile come riscaldamento aggiuntivo e per il controllo aggiuntivo della temperatura dei pavimenti, soprattutto nei bagni o durante il periodo di transizione, anche con l'elettricità del fornitore di elettricità.