Regala una casa: dovrai pagare queste spese

i costi della donazione della casa

La legge sulle successioni è complicata e l'imposta sulle successioni è spesso estremamente alta. Per questo motivo, una casa viene spesso regalata a uno dei bambini durante la loro vita. Tuttavia, questo è anche associato ai costi. Oltre ai vantaggi fiscali non sempre certi, bisogna pensare anche ai costi che ne derivano. Nella nostra intervista, puoi scoprire dagli esperti di Quante quali costi puoi sostenere per regalare una casa.

Domanda: quanto costa regalare una casa?

Esperto quantistico: non è così facile da dire su tutta la linea. I costi dipendono sempre dal singolo caso. In condizioni molto sfavorevoli, una donazione in alcuni casi può persino costare la casa se non c'è provvista adeguata.

Bisogna innanzitutto distinguere tra:

  • il notaio e le spese di registrazione per la donazione
  • l'imposta sulle donazioni da pagare
  • l'imposta sul trasferimento di proprietà

Le spese notarili e di registrazione non possono essere evitate quando si dona una casa. Una donazione è legalmente efficace solo se il contratto di donazione è autenticato dal notaio e una corrispondente modifica è stata apportata all'iscrizione nel registro fondiario.

I costi per notaio e registrazione ammontano nella maggior parte dei casi a tra l'1% e il 2% del valore della proprietà. Gli onorari per ogni singola attività del notaio sono stabiliti dalla legge, in modo che tu possa informarti in anticipo sui costi. Alla fine, chi sostiene questi costi rimane una questione di accordo tra il donatore e il destinatario del regalo.

i costi della donazione della casa

L'imposta sulle donazioni non si applica in tutti i casi

L ' imposta sulle donazioni non deve essere applicata in tutti i casi. In alcuni casi, qui si applica l'esenzione fiscale, ad esempio quando si tratta di una proprietà abitativa occupata dal proprietario che deve essere abitata per i prossimi dieci anni (con un coniuge o partner registrato). Se la donazione viene fatta a un bambino, questo vale solo se la superficie abitabile non supera i 200 m². Se necessario, le donazioni possono essere effettuate anche in singole parti con un intervallo di 10 anni ciascuna, in modo da poter usufruire più volte delle esenzioni fiscali.

In tutti gli altri casi è dovuta l'imposta di successione, ma questa è ridotta da alcune indennità e da un corrispondente cosiddetto contributo pensionistico. I mutui esistenti, un diritto di soggiorno concordato al momento della donazione o il diritto di usufrutto possono quindi ridurre il carico fiscale. Il tipo di rapporto familiare e ovviamente il valore dell'immobile incidono sul carico fiscale.

L ' imposta sul trasferimento di proprietà non è mai dovuta a un regalo, a differenza di quando si acquista una casa.

Esempio di costo dalla pratica

Una casa unifamiliare del valore di 180.000 euro viene regalata dai genitori a uno dei due figli durante la loro vita. Nessun corrispettivo diretto è concordato nel contratto di regalo.

Il figlio vivrà in casa in futuro, i suoi genitori si trasferiranno nell'appartamento della nonna e avranno il diritto di viverci per tutta la vita.

Inviareprezzo
Certificazione notarile e iscrizione nel registro fondiario2.071,41 EUR
Imposta sulle donazioni0.00 EUR (esenzione fiscale, esenzione fiscale)
Costo totale del regalo2.071,41 EUR

Questo è solo un esempio dei costi per un singolo caso specifico. I costi possono variare a seconda delle circostanze esatte del regalo e del valore della casa e della proprietà.

Domanda: da cosa dipende il costo di regalare una casa?

Esperto quantistico: prima di tutto, è necessario osservare quanto segue:

  • Il valore della proprietà
  • le spese notarili e catastali risultanti (a seconda del valore e di come il processo aziendale è progettato individualmente)
  • se regalare a un parente
  • il tipo di relazione
  • se un'eredità, una necessità di cure o una controversia sull'eredità si verifica fino a 10 anni dopo la donazione (compensazione della parte obbligatoria)
  • se l'imposta sulle successioni o l'imposta sulle donazioni si applica nel caso specifico (possibile fino a 10 anni dopo)

Domanda: quali sono esattamente i costi per il trasferimento del registro fondiario?

i costi della donazione della casa

Il costo della modifica dell'iscrizione nel registro fondiario dipende dal valore della proprietà

Quantum expert: la base per i singoli canoni è sempre il valore della casa e il valore della proprietà. La tassa (secondo il KostO per i notai) è calcolata dal valore della casa.

La commissione per l'autenticazione del regalo è pari a 2,0 volte l'importo, a meno che il valore commerciale della transazione non sia inferiore a 100.000 EUR, nel qual caso viene addebitata solo la commissione semplice (per 100.000 EUR corrisponde a 207 EUR).

Inoltre, ci sono tariffe forfettarie per documenti e sistemi, come previsto nel KostO. Se il terreno viene trasferito, si applicano tariffe separate. Ad esempio, con un valore della proprietà di 500.000 EUR, questo è 807 EUR. Qui vale solo il valore di mercato dell'immobile, eventuali gravami sull'immobile quindi non modificano i costi.

Oltre a questi costi, ci sono i costi usuali per l'iscrizione nel registro fondiario.

Tuttavia, a seconda delle circostanze nei singoli casi, i costi possono variare. In genere, sono tra l ' 1% e il 2% del valore della proprietà.

Domanda: quando valgono i regali?

Esperto quantistico: Fondamentalmente, si può dire che pensare di donare una casa a uno dei bambini vale sempre la pena se c'è una grande quantità di beni da distribuire.

In questo caso, le esenzioni dall'imposta di successione per figlio verrebbero superate molto rapidamente e si dovrebbero quindi pagare tasse considerevoli per l'elevata eredità.

Se viene fatta una donazione durante la vita, questo può essere evitato. È possibile richiedere esenzioni fino a 400.000 EUR per bambino per i regali e queste esenzioni possono essere utilizzate anche ogni 10 anni. La casa dotata quindi cade fuori dal trucco genetico e non viene aggiunta ad essa.

In nessun caso una donazione deve essere utilizzata per favorire un bambino e lasciare la casa a lui. Ciò può in seguito diventare molto svantaggioso nelle controversie ereditarie, perché il figlio che beneficia del dono deve pagare agli altri figli aventi diritto a una quota obbligatoria un corrispettivo risarcimento finanziario. Questo vale sempre se la donazione è stata meno di dieci anni fa quando si verifica l'eredità. Il valore del dono e l'eredità vengono quindi semplicemente sommati. Il beneficiario deve quindi raccogliere tali importi dal proprio patrimonio privato; tuttavia, il diritto al risarcimento per gli aventi diritto alla quota obbligatoria diminuisce poi del 10% per ogni anno precedente.

Per inciso, entro questo periodo di 10 anni, l'ufficio delle imposte può anche beneficiare di imposte di successione se l'esenzione fiscale viene superata. Anche qui la donazione fa parte del patrimonio ereditario. Se dai via, dovresti farlo il prima possibile.

Domanda: Quali altri problemi potrebbero esserci con la donazione di una casa?

i costi della donazione della casa

Se il donatore ha bisogno di cure, può richiedere i soldi per la proprietà fino a 10 anni dopo

Esperto quantistico: una situazione particolarmente difficile si presenta ripetutamente quando il donatore della casa ha bisogno di cure. I costi di casa sono nella maggior parte dei casi molto alti, possono facilmente essere compresi tra 2.500 EUR a 3.000 EUR al mese.

Se una donazione è stata effettuata meno di 10 anni fa, si applica un principio del codice civile tedesco, che consente al donatore di reclamare i beni donati in modo da poter coprire le sue spese di vita. Nel caso di una persona bisognosa di cure che non può più pagare le proprie spese di casa, il diritto di reclamare viene poi trasferito agli uffici dell'assistenza sociale - e su questo punto sono spietati.

O il destinatario paga per intero i costi di mantenimento mancanti o restituisce il regalo precedente.

Legalmente, ci sono alcuni modi per attenuare questo: o inserendo una quota fondiaria corrispondentemente alta a favore dell'istituto di previdenza sociale, che, tuttavia, sposta il problema solo nel futuro, o redigendo il contratto di donazione di conseguenza, che poi sembra più come un "acquisto" (Considerazioni come il numero mensile di ore di cura o di pensione mensile nel contratto) o un ingresso di diritti di usufrutto come onere. Tuttavia, deve sempre essere valutato caso per caso quale costruzione giuridica abbia senso, se non sembra in alcun modo realistica o rivela una sproporzione grossolana tra il valore della casa e il corrispettivo, è comunque aperta ad un'azione legale nel fine.