Isolamento sopra il travetto: quali sono i costi

costi di mantenimento

Da un punto di vista strutturale, è consigliabile isolare il tetto sopra i travetti quando possibile. L'esperto di Quante spiega in dettaglio in un'intervista quali costi possono essere sostenuti per tale isolamento.

Domanda: come viene eseguito l'isolamento del travetto e quali sono i vantaggi e gli svantaggi?

Esperto quantistico: da un punto di vista tecnico, i tetti possono essere isolati in tre modi:

  • sulle travi
  • tra le travi (nel qual caso le travi di solito devono essere raddoppiate per accogliere abbastanza materiale isolante e per ottenere i valori U richiesti)
  • sotto le travi (cioè all'interno del tetto)

L'isolamento tra e sotto il travetto può anche essere combinato se necessario per ottenere valori di isolamento più elevati.

Entrambe le soluzioni sono tecnicamente non ottimali, poiché c'è sempre il rischio di ponti termici. La superficie del tetto non è completamente rivestita con materiale isolante, ci sono sempre raccordi (ad esempio ai lucernari) che presentano un rischio di ponti termici. Anche piccole crepe o perdite nella membrana della barriera al vapore possono avere gravi conseguenze qui. Inoltre, piccole cavità possono essere trascurate o non riempite completamente con materiale soffiante - anche in questo caso c'è il rischio di un ponte termico con conseguente penetrazione di umidità diffusa e possibilmente anche una notevole crescita di muffe.

D'altra parte, l'isolamento del sovrastante e del tetto crea una superficie isolante continua e ininterrotta sul tetto. È antivento, stabile e copre completamente l'intero tetto.

Un altro vantaggio è che non si perde spazio prezioso nello spazio sul tetto. Le travi possono anche rimanere scoperte, non è necessaria una struttura più alta all'interno.

Quando si installa l'isolamento sopra le travi, l'intero tetto viene prima coperto e le stecche rimosse. La cosiddetta cassaforma a vista viene prima posata sulle travi, seguita da uno strato di barriera al vapore. Uno o due strati di pannelli isolanti dimensionalmente stabili vengono posati sopra questo strato.

Sul materiale isolante posato nel sistema maschio e femmina, viene solitamente posato un sottofondo che protegge il materiale isolante dall'ingresso di acqua. Tali pannelli di protezione (circa 15 mm - 30 mm di spessore) non sono necessari per tutti i materiali isolanti, spesso viene semplicemente installata una membrana di protezione.

I nuovi listelli vengono quindi posizionati sopra questi strati, sui quali è quindi possibile riattaccare la copertura.

I materiali isolanti utilizzati possono essere molto diversi:

  • XPS
  • PURO
  • Fibra di legno
  • Pannelli di canapa
  • Pannelli in lana di vetro
  • Pannelli in lana di roccia

Particolarmente importante è la cosiddetta “resistenza” dell'isolante, cioè i pannelli isolanti devono essere particolarmente stabili dimensionalmente e non devono deformarsi nei frequenti sbalzi di temperatura a cui è esposta una copertura.

In alcuni casi, vengono utilizzati anche sistemi completi in cui sono già presenti strati di alluminio laminato sui pannelli isolanti, in modo che la classica struttura a strati di barriera al vapore, materiale isolante e sottofondo sia superflua: tutti e tre gli strati possono essere applicati in un'unica operazione.

costi di mantenimento

Nel caso di un tetto in ardesia, l'isolamento tra le travi è l'alternativa migliore

Possono sorgere problemi con l'isolamento del tetto se si tratta di un tetto in ardesia. L'ardesia deve essere inchiodata, quindi è necessario utilizzare un materiale isolante speciale e chiodabile.

Nel caso delle villette a schiera il tetto, più alto dopo l'isolamento, può risultare scomodo. L'isolamento sul tetto è spesso problematico qui: se necessario, è possibile lavorare con materiale isolante molto sottile e ad alte prestazioni in cui i valori di trasferimento di calore richiesti possono essere raggiunti con strati di 10 mm di spessore.

In casi estremi, un tetto significativamente più alto, soprattutto nel caso di case a schiera, non solo può avere un effetto di disturbo visivo, ma richiede anche un permesso di costruzione a causa della deviazione.

Altrimenti, a parte i costi elevati, non ci sono quasi svantaggi con l'isolamento del travetto.

Domanda: questo è il punto principale: quanto costa l'isolamento sopra le travi?

Esperto quantistico: questo può essere dichiarato in modo approssimativo su tutta la linea: i costi dipendono sia dalla situazione in loco che dal materiale isolante selezionato.

In generale, tuttavia, si possono ipotizzare costi compresi tra 150 EUR per m² e 200 EUR per m².

Questa è una quantità relativamente alta, soprattutto se paragonata all'isolamento tra e sotto le travi. Tuttavia, bisogna tenere conto che ciò è dovuto agli alti costi fissi per la copertura e la ricopertura del tetto, per cui è necessario utilizzare anche un ponteggio.

Di norma, questo è utile solo se intendi comunque ricoprire il tetto - allora questi costi fissi rappresentano i cosiddetti "costi gratuiti", che non devi prendere in considerazione tenere conto nel calcolo della redditività dell'isolamento.

Un piccolo esempio di costi dalla pratica

Intendiamo ampliare nel prossimo futuro l'attico della nostra casa indipendente degli anni '70. Ciò significa che è necessario l'isolamento del tetto.

Il nostro tetto è un semplice tetto a due falde con un'inclinazione di 45 °. La dimensione della superficie del tetto è di 100 m².

Inviareprezzo
Nessun costo, rinnovo tetto, senza materiale di coperturaEUR 10.400
Isolamento sopra le travi con schiuma rigida PUR4.800 EUR
costo totale15.200 EUR

Questo è solo un singolo esempio di costo per un tetto specifico e un progetto di isolamento. In altri casi, i costi possono anche essere notevolmente diversi.

Nel nostro caso abbiamo calcolato separatamente i costi inesistenti perché in seguito vogliamo effettuare un calcolo esatto dell'ammortamento. I costi per la copertura (materiale) sarebbero compresi tra 700 EUR e 3.000 EUR a seconda del materiale di copertura utilizzato, a seconda del tipo di copertura che scegliamo.

Domanda: quali sono i fattori che determinano il costo dell'isolamento del travetto?

costi di mantenimento

Il prezzo totale è composto da molti fattori diversi

Esperto quantistico: ci sono alcune cose da considerare qui:

  • il tipo di tetto e la pendenza del tetto
  • la geometria del tetto in dettaglio
  • la dimensione del tetto
  • il numero di abbaini, gole e grondaie presenti
  • il materiale isolante selezionato
  • la forza del materiale isolante
  • la struttura degli strati e i materiali aggiuntivi selezionati

Quindi qui devi sempre pianificare individualmente per arrivare a una solida stima dei costi. Si consiglia inoltre di consultare sempre un consulente energetico che possa calcolare lo spessore minimo di isolamento richiesto ed effettivamente economico e che possa calcolare i risparmi energetici futuri. Da ciò si può quindi dedurre quanto velocemente la misura di isolamento si ripaga da sola.

Domanda: Perché il tipo di tetto e la pendenza del tetto sono determinanti per il costo dell'isolamento termico?

Esperto quantistico: sia il tipo di tetto che la pendenza del tetto determinano le dimensioni dell'area del tetto per una data area di base.

Un tetto a padiglione, ad esempio, ha un'area del tetto quasi la metà di quella di un tetto a due falde classico, un tetto a una falda ha un'area del tetto inferiore di circa il 30% rispetto al tetto a due falde diffuso, ma di solito deve essere dotato di spessori di isolamento maggiori.

Naturalmente, questo gioca un ruolo decisivo nei costi totali del lavoro.

Domanda: abbaini e gole rendono il lavoro ancora più costoso?

Esperto quantistico: Sì, esattamente. Abbaini, valli e grondaie, nonché superfici angolate del tetto e altre geometrie complicate del tetto, aumentano lo sforzo necessario per applicare l'isolamento e lo sforzo necessario per la copertura.

Alla fine, puoi sentirlo notevolmente nei costi.

Sebbene un gran numero di finestre da tetto possa rendere il lavoro più complesso, lo sforzo aggiuntivo è solitamente molto inferiore, quindi non è così importante.

Domanda: quali sono le differenze di costo tra i materiali isolanti?

Esperto quantistico: ci sono sempre alcuni fattori che contano:

  • il cosiddetto gruppo conduttore di calore del materiale (ad esempio WLG 035=valore di trasferimento di calore di 0,035

W / mK)

  • lo spessore del materiale selezionato
  • il tipo di materiale
  • le proprietà tecniche del materiale (stabilità dimensionale, strati laminati, ecc.)

Fondamentalmente, ci sono sempre diversi modi per raggiungere l'obiettivo: strati spessi con materiali con un effetto isolante inferiore o materiali con una classe di conducibilità termica inferiore in uno spessore di strato inferiore. I costi variano di conseguenza.

Nella maggior parte dei casi, tuttavia, puoi aspettarti circa 20 EUR per m² a 40 EUR per m² per il materiale.

costi di mantenimento

La resistenza del materiale isolante ha un grande impatto sul prezzo

Tuttavia, si dovrebbe anche tenere conto del fatto che non tutti i materiali possono essere posati in modo altrettanto efficiente - nel caso di materiali con un prezzo del materiale inferiore con un valore di trasferimento di calore selezionato, questo può in pratica essere compensato da una maggiore quantità di lavoro durante posa, in modo che i costi totali non siano molto inferiori alla fine.

La progettazione individuale da parte del roofer è sempre decisiva qui - oltre al prezzo, alcune proprietà tecniche dei materiali devono essere sempre prese in considerazione quando si tratta di idoneità per un particolare tetto. In nessun caso dovresti guardare il prezzo qui e in nessun caso risparmiare sull'isolamento. In considerazione dei costi accessori già molto elevati per l'installazione, questo non vale proprio la pena.

Domanda: quando si ripaga l'isolamento sul tetto?

Esperto quantistico: come accennato in precedenza, gli elevati costi aggiuntivi per la copertura e ricopertura del tetto e la sostituzione dei listelli sono problematici quando si tratta del periodo di ammortamento.

Se questi costi non vengono sostenuti come un costo immediato per una nuova copertura necessaria, ci sarà solo un periodo di ammortamento molto lungo, se mai ne vale la pena.

Un esempio: nel nostro caso, possiamo utilizzare l'isolamento per ridurre i nostri costi di riscaldamento aritmeticamente di 4,50 EUR al m² all'anno.

Nel nostro caso i costi di puro isolamento per isolamento termico si sarebbero ammortizzati dopo circa 7,5 anni. Dopodiché, i nostri costi di riscaldamento sarebbero definitivamente inferiori di 630 EUR.

Se ora includi comunque i costi, sembra molto meno redditizio: in questo caso, il periodo di recupero aumenterebbe fino a oltre 24 anni - da questo punto di vista, è difficile considerare la misura economicamente sostenibile.

Diventa sempre problematico quando una nuova copertura del tetto non è assolutamente necessaria. Si può quindi sostenere che il nuovo tetto ridurrà i costi di manutenzione e riparazione del tetto a zero nei prossimi 20-30 anni, ma questo argomento non è molto valido per un tetto ragionevolmente nuovo e ben conservato.

Se una ristrutturazione del tetto non è prevista entro 10-20 anni al più presto e l'isolamento termico è solo la ragione del lavoro, dovresti assolutamente pensare se l'impresa è effettivamente redditizia.