Carta energetica: quali costi devi sostenere?

costi del certificato energetico

Di volta in volta c'è incertezza su chi ha effettivamente bisogno di un certificato energetico e su quanto si deve pagare per questo. Nella nostra intervista dettagliata, l'esperto quantistico spiega chi ha bisogno di quale certificato energetico e quali costi possono essere sostenuti.

Domanda: in cosa consiste l'attestato di prestazione energetica? Qual è esattamente il suo scopo?

Esperto quantistico: l'ordinanza tedesca sul risparmio energetico (EnEV) regola molte più cose che isolare le case. Ci sono anche regolamenti dell'EnEV in altri settori che devono essere osservati perché altrimenti c'è il rischio di una multa.

In sostanza, tutti i proprietari di un edificio (compresi i proprietari terrieri) ei venditori di un edificio devono avere un certificato di prestazione energetica. Per gli annunci finiti

  • Affitto
  • Vendita o
  • Contratto di locazione

Inoltre, le informazioni sui consumi energetici devono essere sempre fornite per gli edifici residenziali, altrimenti potrebbe essere inflitta una sanzione. Quando si costruisce un nuovo edificio, deve essere rilasciato anche un certificato energetico per l'edificio, ma l'architetto lo fa automaticamente durante la pianificazione dell'edificio.

Se vuoi affittare un immobile senza avere l'attestato energetico, rischi una penosa multa.

costi del certificato energetico

Il certificato energetico deve essere a portata di mano durante la visione della casa

I certificati energetici sono obbligatori per tutti i tipi di edifici (inclusi edifici per uffici o società), anche se i requisiti di efficienza energetica differiscono tra edifici residenziali e commerciali. Un pass energetico deve essere presentato a chiunque sia interessato durante il tour, indipendentemente dal tipo di edificio.

Nel caso di edifici privati ​​più grandi (con una superficie di 500 m² o più), anche il pass energetico deve essere esposto pubblicamente.

Esistono due tipi di certificazione energetica:

  • il certificato di fabbisogno energetico e
  • il certificato di consumo energetico

Un certificato energetico per un edificio residenziale deve contenere le seguenti informazioni:

  • Tipo di certificato energetico
  • data di emissione
  • Tipo di illuminazione
  • Anno di costruzione
  • Classe di efficienza energetica dell'edificio
  • Consumo energetico o fabbisogno energetico (a seconda del tipo di ID)

Dipende sempre dall'edificio, quale dei due passaggi è effettivamente richiesto. Anche i costi tra i due certificati energetici sono diversi. Per inciso, il termine "passaggio di energia" è obsoleto e non è più utilizzato oggi.

Domanda: quanto costa un passaggio di energia?

Esperto quantistico: questo dipende dal tipo di certificato energetico di cui hai bisogno.

Il certificato di consumo energetico per gli edifici residenziali di solito costa tra circa EUR 70 e EUR 100.

Un certificato di fabbisogno energetico, d'altra parte, costa molto di più: per un edificio residenziale di solito devi fare i conti da EUR 400 a EUR 500.

Nel caso di case plurifamiliari o plurifamiliari con più unità abitative, tale importo è generalmente di circa 50 EUR per unità abitativa.

costi del certificato energetico

Le offerte troppo economiche su Internet spesso non sono serie

È vero che spesso su Internet si trovano offerte più economiche, ma non sempre si tratta di fornitori affidabili a cui è consentito emettere certificati energetici. In caso di offerte troppo economiche (ad esempio sotto i 50 EUR per l'attestato di consumo energetico o sotto i 300 EUR per l'attestato di fabbisogno energetico), occorre quindi fare attenzione e chiedere al fornitore di certificare che ha diritto a rilasciare certificati energetici .

Chi scarica un certificato energetico come modello da Internet e lo emette personalmente rischia una multa di 15.000 euro per questo atto criminale. Per inciso, la stessa multa è imminente anche se dal certificato energetico mancano informazioni importanti (obbligatorie).

Un piccolo esempio di costo dalla pratica:

Vogliamo affittare la nostra villetta bifamiliare non più utilizzata della nostra casa costruita nel 1971 e quindi necessita di un nuovo certificato energetico.

Inviareprezzo
Certificato di fabbisogno energetico400 EUR
per 2 unità abitative100 EUR
costo totale500 EUR

Tuttavia, questi sono solo costi esemplari che si applicano a un tipo di edificio molto specifico. Anche i costi sostenuti per altri tipi di edifici possono differire in modo significativo. Ciò vale in particolare per gli edifici con un anno di costruzione più recente.

Già questo dimostra che il certificato energetico può comportare costi considerevoli.

Domanda: da quali fattori dipendono i costi per il certificato energetico?

Esperto quantistico: si tratta chiaramente di tre cose:

  • il tipo di edificio
  • l'anno di costruzione e
  • lo stato energetico dell'edificio

Questi tre fattori decidono quale ID deve essere richiesto. Potrebbero esserci anche piccole deviazioni dei costi da fornitore a fornitore, poiché i prezzi tra il proprietario dell'edificio e l'espositore sono liberamente negoziabili per legge. Ciò significa che gli espositori calcolano in base al proprio sforzo e spesso arrivano a prezzi diversi, a seconda dello sforzo.

Domanda: in che misura il tipo di edificio determina quale certificato energetico è richiesto?

Esperto quantistico: in questo caso devi distinguere tra

  • Immobile commerciale
  • Nuove costruzioni
  • Immobili residenziali (vecchi edifici) fino a 5 unità abitative
  • Immobili residenziali (vecchi edifici) con 5 o più unità abitative

I proprietari di immobili commerciali sono fondamentalmente liberi di scegliere quale certificato energetico richiedere per il loro edificio.

Per un nuovo edificio (costruito dopo il 2008), deve essere richiesto un certificato di fabbisogno energetico. Quindi diventa più costoso qui.

I proprietari di vecchi edifici (costruiti prima del 2008) sono quasi sempre autorizzati a richiedere un certificato di consumo energetico, a meno che lo stato energetico non lo proibisca.

Domanda: Quindi l'anno di costruzione si riferisce alla domanda se si tratta di un edificio nuovo o vecchio?

Esperto quantistico: esattamente. Tutto ciò che è stato costruito prima del 2008 conta come un vecchio edificio. Ogni edificio residenziale che è stato costruito dopo il 2008 conta come un nuovo edificio e quindi, senza eccezioni, necessita del più costoso certificato di fabbisogno energetico.

Domanda: in che misura lo stato energetico dell'edificio gioca un ruolo?

costi del certificato energetico

Un edificio deve soddisfare determinate normative in materia di isolamento termico

Esperto quantistico: anche prima dell'EnEV, c'erano leggi che imponevano determinati requisiti di isolamento termico per gli edifici al fine di limitare il consumo di energia. Una delle prime di queste leggi è stata l'ordinanza sull'isolamento termico del 1977 (WSchV 77).

Se un vecchio edificio ha meno di 5 appartamenti e soddisfa i requisiti dell'ordinanza del 1977 sull'isolamento termico, deve essere richiesto anche il più costoso certificato di fabbisogno energetico.

Per scoprire se questo vale, di solito è necessario consultare un consulente energetico. Ha la possibilità di utilizzare determinati dati di costruzione (incluso il tipo di edificio, lo spessore della parete, l'isolamento esistente e il tipo di finestre) per calcolare se le specifiche del WSchV 77 sono soddisfatte.

Per tutti gli edifici per i quali la domanda di costruzione è stata presentata dopo il 31 ottobre 1977, si può tranquillamente presumere che WSchV 77 sia stato rispettato durante la costruzione.

Domanda: Possiamo riassumerlo di nuovo brevemente: chi ha bisogno di quale certificato energetico?

Quante-Expert: è meglio dare un'altra occhiata a quale carta d'identità deve essere richiesta per quale edificio:

Certificato di fabbisogno energeticoCertificato di consumo energetico
tutti gli edifici residenziali costruiti dopo il 2008 | Tutti gli edifici residenziali con meno di 5 appartamenti costruiti prima del 2008 e non conformi alla WSchV 77Immobili commerciali | tutti gli edifici residenziali prima del 2008 con più di 5 appartamenti | tutti gli edifici residenziali costruiti prima del 1977 con meno di 5 appartamenti e conformi alla WSchV 77 | tutti gli edifici con una domanda di costruzione tra il 31 ottobre 1977 e il 1 gennaio 2008

Qui puoi ora vedere facilmente chi deve richiedere quale certificato energetico.

Domanda: Com'è con un edificio residenziale con condomini - quale certificato di prestazione energetica è richiesto e chi lo paga?

Esperto quantistico: esiste una normativa speciale per i condomini: in questo caso la certificazione energetica si applica sempre all ' intero edificio ed è depositata presso la direzione della proprietà. I costi per la creazione del certificato energetico (a seconda del numero di appartamenti e dello stato energetico o certificato di fabbisogno energetico o certificato di consumo energetico) sono sempre a carico dell ' associazione proprietari di casa, ovvero tutte le parti in casa proporzionalmente .

Domanda: quali informazioni forniscono il certificato di consumo energetico e il certificato di fabbisogno energetico - qual è la differenza?

Esperto quantistico: l'unica differenza è che in un caso viene fornito il consumo di energia e nell'altro il fabbisogno energetico.

costi del certificato energetico

Il consumo di energia viene calcolato semplicemente utilizzando i dati degli anni passati

Il consumo energetico dell'edificio può essere facilmente determinato dalle bollette degli ultimi anni. Sono anche "regolati dal clima", ovvero temperature insolite (in particolare inverni caldi o freddi) vengono statisticamente rimosse in modo che non falsifichino il valore. Questo è relativamente facile da fare, ecco perché il certificato di consumo energetico è anche più economico. Tuttavia, non è sempre significativo al 100%, poiché il numero di persone nella famiglia e il modo in cui utilizzano l'edificio influenzano sempre il consumo di energia.

Con l'attestato di fabbisogno energetico, invece, il fabbisogno energetico è determinato dalle caratteristiche strutturali dell'edificio. Ciò è notevolmente più complesso perché è necessario determinare i valori di trasferimento del calore di pareti, tetto e finestre, da cui viene quindi calcolato il fabbisogno energetico di base. Questo valore è un po 'più significativo e affidabile perché si riferisce all'edificio in sé e non all'uso.

Domanda: chi è autorizzato a rilasciare certificati energetici?

Esperto quantistico: anche qui ci sono differenze nell'EnEV per edifici vecchi e nuovi, nonché per edifici residenziali e commerciali.

L'EnEV elenca esplicitamente quali gruppi di persone sono autorizzati a rilasciare quali ID. Tuttavia, questo vale solo per i vecchi edifici. Nel caso di nuove costruzioni, questa è una questione di stato e varia da stato a stato.

Di regola si possono sempre avere certificati energetici rilasciati per edifici residenziali da architetti, ingegneri civili, ma anche da maestri artigiani in edilizia e spazzacamini con apposita formazione aggiuntiva.

Nel caso di edifici ad uso commerciale, l'esposizione è riservata esclusivamente ai laureati del settore edile (es. Architetti).

Domanda: esistono certificati energetici "nuovi" e "vecchi"? Quanto dura un tale certificato energetico?

Esperto quantistico: i certificati energetici sono generalmente validi fino a 10 anni dopo il rilascio. Quindi deve essere richiesto un nuovo ID.

Attualmente esistono due versioni delle carte d'identità: la più moderna delle due contiene anche l ' indicazione della classe di efficienza energetica in cui rientra l'edificio. Ciò dovrebbe rendere il passaggio dell'energia più trasparente per i consumatori e per coloro che sono interessati agli edifici.

Domanda: In qualità di locatore, i costi possono essere trasferiti agli inquilini o i costi per il certificato energetico possono essere detratti dalle tasse?

Quante-Expert: La ripartizione dei costi agli inquilini non è prevista - il proprietario (locatore) può richiedere i costi come spese nel corso della sua dichiarazione dei redditi sui redditi da locazione e leasing.