Costi ammissibili presso HOAI: come vengono determinati?

costo-addebitabile-hoai

Che si tratti dell'architetto o dell'ingegnere strutturale: i cosiddetti costi addebitabili giocano un ruolo importante quando si tratta di calcolare il compenso per l'architetto o l'ingegnere strutturale. In un'intervista, l'esperto quantistico spiega in dettaglio come sviluppare i costi ammissibili secondo HOAI.

Domanda: come si realizzano i costi ammissibili secondo HOAI?

Esperto quantistico: nell'HOAI, i costi di costruzione servono come base per il calcolo degli onorari di architetti, ingegneri strutturali e ingegneri civili.

Oltre al tipo di struttura e al grado di difficoltà della progettazione, sono principalmente i costi di costruzione a determinare il canone che architetti e ingegneri strutturali possono addebitare.

La base per il calcolo è DIN 276. DIN 276 è uno standard per la determinazione dei costi di progetto. Può essere utilizzato per molti tipi di strutture. Ciò include grattacieli, strutture ingegneristiche, sistemi infrastrutturali e progetti di spazi aperti.

I costi per nuove costruzioni, trasformazioni e ammodernamenti possono essere determinati utilizzando DIN 276.

Per quanto riguarda i costi ammissibili, è innanzitutto necessario distinguere tra:

  • il metodo di calcolo dei costi addebitabili per gli architetti
  • il metodo di calcolo dei costi imputabili per gli ingegneri strutturali

Entrambi i metodi di calcolo sono diversi, ma si basano sulla stessa base, DIN 276.

costo-addebitabile-hoai

La base per il calcolo dei costi dell'architetto è il prezzo netto di costruzione

Il metodo di calcolo degli onorari degli architetti si basa sui costi netti di costruzione. La base per il compenso dell'architetto sono quindi i puri costi di costruzione dell'edificio senza IVA.

Da questo vengono detratti i costi per le strutture esterne, i costi di proprietà e le spese di sviluppo. Non sono inclusi nel calcolo.

Il metodo di calcolo degli onorari degli ingegneri strutturali, tuttavia, sembra diverso: secondo la versione attualmente valida dell'HOAI, solo una parte dei costi di costruzione viene utilizzata come base per il calcolo delle tariffe.

La ragione di ciò è che l'ingegnere strutturale non ha praticamente alcun carico di lavoro con una parte molto ampia dei servizi, ad esempio con la pittura. Naturalmente, questi servizi contribuiscono ancora ai costi di costruzione.

Per questo motivo, la formula per determinare i costi addebitabili per l'ingegnere strutturale è:

55% dei costi di costruzione più il 10% dei costi per i sistemi tecnici=costi addebitabili

Questa formula viene utilizzata per impostazione predefinita. Nel caso di edifici con una fondazione particolarmente complessa e quindi computazionalmente costosa, l'ingegnere strutturale può discostarsi da questa formula e applicare una percentuale più alta dei costi di costruzione. Questa formula alternativa è quindi: 90% dei costi di costruzione e 15% dei costi per gli impianti tecnici. Tuttavia, viene utilizzato solo in casi individuali e in condizioni speciali.

Esempio di costo dalla pratica

I costi netti di costruzione di una casa unifamiliare, esclusi i costi di sviluppo, i costi del terreno e i costi di finanziamento, sono di 365.000 euro.

L'onorario dell'architetto è determinato nella zona tariffaria IV in base alla tariffa media.

Inviareprezzo
Costi addebitabili secondo la tabella dei costi400.000 EUR
Costo dell'architetto zona IV, tasso medio, tutti i livelli di prestazioneEUR 44.975,52
IVA8.545,35 EUR
Costi lordi totaliEUR 53.520,87

Questi costi si riferiscono solo a un singolo caso specifico. In altri casi, i costi possono essere diversi.

Domanda: Da quali fattori dipende la determinazione dei costi ammissibili secondo HOAI?

Esperto quantistico: questo ha un ruolo:

costo-addebitabile-hoai

I costi per ingegneri strutturali e architetti sono calcolati in modo diverso

  • sia che si tratti del calcolo dei costi dell'architetto o dell'ingegnere strutturale
  • che tipo di edificio si sta costruendo
  • sia che si tratti di una nuova costruzione, ristrutturazione o ammodernamento
  • quali costi sono sostenuti in quali gruppi di costi secondo DIN 276

La determinazione dei costi imputabili è spesso un punto di contesa tra costruttori e architetti o ingegneri strutturali.

Questa controversia è facile da risolvere con gli architetti: secondo HOAI, gli architetti sono i "maestri dei costi". Ciò significa che secondo le normative HOAI, solo il calcolo dei costi (o, se applicabile, la stima dei costi) da parte dell'architetto è la base per il calcolo dei costi.

Con l'ingegnere strutturale, questo è un po 'più flessibile, dal momento che non esegue personalmente alcuna pianificazione dei costi per i costi di costruzione.

Domanda: quali sono i gruppi di costi in DIN 276?

Esperto quantistico: DIN 276 distingue tra 8 diversi gruppi di costi. Ai gruppi vengono assegnati numeri da 100 a 800.

Per il calcolo dei costi dell'architetto e dell'ingegnere strutturale, i gruppi di costi 300 e 400 sono di particolare interesse. I costi 300 sono i costi di costruzione, i costi 400 sono i costi per gli impianti tecnici nell'edificio.

Domanda: come vengono calcolati il ​​tessuto edilizio esistente e il proprio lavoro?

Esperto quantistico: in questo caso vengono utilizzati i cosiddetti prezzi locali.

Se il cliente fornisce servizi o lavora personalmente, questi servizi sono fissati ai prezzi medi locali di un'impresa artigianale regionale e quindi inclusi nei costi di costruzione.

Se (soprattutto nel caso di trasformazioni o ampliamenti) viene lavorato un tessuto edile già esistente, i costi di produzione del tessuto edile co-lavorato saranno inclusi a prezzi locali. Ciò garantisce che la tariffa per i lavori di ristrutturazione si basi su tutti i componenti interessati.

In alternativa, sia gli architetti che gli ingegneri strutturali possono utilizzare sovrapprezzi per lavori di ristrutturazione o ampliamento. Di norma, questo supplemento è del 20% se il tessuto edilizio esistente viene lavorato in misura normale.

In singoli casi, questo è particolarmente il caso degli ingegneri strutturali, questi supplementi possono arrivare fino all'80%.