Costi operativi per una casa unifamiliare: devi aspettarteli

costi di gestione della casa familiare

I costi di esercizio rappresentano un onere considerevole in una casa unifamiliare e spesso vengono sottovalutati. L'esperto di Quante spiega in dettaglio in un'intervista quali costi di gestione ci si deve aspettare per una tipica casa unifamiliare e cosa conta come costi di gestione.

Domanda: cosa conta effettivamente come costi operativi e perché è importante tenerli sempre d'occhio?

Esperto quantistico: i costi di gestione di una casa unifamiliare includono tutti i costi di base e di utilità che non possono essere evitati.

Ciò comprende:

  • la tassa sulla proprietà
  • il costo della pulizia delle strade e dello smaltimento dei rifiuti
  • il costo dello spazzacamino
  • i costi per l'assicurazione obbligatoria (assicurazione stabili, assicurazione sulla casa, responsabilità civile)
  • Riserve per la manutenzione e le riparazioni della casa
  • Costi base per telefono e connessione internet

Ci sono anche costi di fornitura, che dipendono principalmente dall'utilizzo:

  • Costi dell'elettricità
  • Spese di riscaldamento
  • Costi del gas (se è disponibile un collegamento del gas)
  • Costi di smaltimento dell'acqua e delle acque reflue
costi di gestione della casa familiare

I costi operativi includono i costi energetici e i costi dell'acqua e delle fognature

La GEZ, che in linea di principio ogni famiglia deve pagare in Germania, non è ancora inclusa nei costi di esercizio. Da un lato, potrebbe non esserci effettivamente alcun obbligo GEZ in singoli casi, dall'altro esiste la possibilità di un'esenzione dall'obbligo GEZ in determinate circostanze. Dipende dal residente della casa, quindi la GEZ non è in ogni caso uno dei costi fissi di un edificio.

È sempre importante tenere d'occhio i costi aggiuntivi. In molti casi, anche il livello dei costi operativi è sottostimato, soprattutto il livello mensile. I costi operativi, però, sono un fardello costante che devi pagare e che non puoi evitare. Come proprietario di una casa, puoi detrarlo praticamente immediatamente dal tuo reddito.

Ciò è particolarmente importante quando si tratta di finanziare la casa. Oltre alle rate mensili, devono essere pagate anche le spese di esercizio: sommandole, spesso si presentano importi che all'improvviso sembrano un onere estremamente elevato. Per poter pianificare con attenzione e lungimiranza, dovresti assolutamente conoscere l'ammontare dei tuoi costi operativi.

Coloro che tengono d'occhio i propri costi operativi possono anche valutare meglio quali misure di riduzione dei costi valgono ancora la pena - questo vale per le misure di isolamento e le strutture per risparmiare elettricità o ridurre il consumo di acqua. Non tutto ciò che viene offerto sul mercato è effettivamente utile nei singoli casi.

Domanda: quali sono i costi generali di gestione di una casa unifamiliare?

costi di gestione della casa familiare

Prevedi almeno 400 € di costi operativi al mese

Quante expert: Ovviamente è difficile da dire in generale: ogni casa è diversa in termini di dimensioni, posizione e arredamento.

In generale, tuttavia, devi calcolare almeno da 400 a 600 euro al mese in costi di esercizio per una tipica casa unifamiliare.

Spesso si commette l'errore di utilizzare come base di stima i costi accessori di un affitto o di un condominio. Anche a parità di metratura, una casa unifamiliare comporta sempre costi notevolmente superiori rispetto a un appartamento.

Nel caso di una casa unifamiliare, ciò ammonta a almeno EUR 4.800 a EUR 7.200 di costi operativi annuali - un importo non trascurabile.

Tuttavia, questo deve essere considerato solo come un importo minimo, che nella maggior parte dei casi deve essere previsto in ogni caso. A seconda della casa, i costi possono facilmente essere due o tre volte più alti.

Un piccolo esempio di costo dalla pratica:

Una volta abbiamo elencato i costi operativi per una piccola casa unifamiliare abbastanza tipica. Per motivi di chiarezza, abbiamo elencato i costi come costi mensili. La casa si trova in una zona rurale in un piccolo paese.

Voce di costoprezzo
Imposta patrimoniale63 EUR
spese di riscaldamento86.89 EUR
Spese di fognatura47,50 EUR
costi dell'elettricità82.30 EUR
Smaltimento rifiuti22 EUR
Pulizia delle strade28 EUR
spazzacamino9.83
Costo base per telefono e internet36 EUR
Assicurazione domestica18,77 EUR
Assicurazione per i proprietari di abitazione14,50 EUR
Assicurazione contro i danni naturali19 EUR
Assicurazione responsabilità civile8.20 EUR
Riserve per manutenzione, assistenza e riparazioni150 EUR
costo totale585,99 EUR al mese
costi annuali7.031,88 EUR
costi di gestione della casa familiare

I costi di esercizio fino a 7000 € all'anno sono abbastanza normali

Naturalmente, questo è solo un esempio di costo unico per una piccola casa unifamiliare abbastanza tipica in una piccola località.

A seconda dell'area, delle dimensioni della casa e di altre circostanze, i costi operativi per altre case possono ovviamente essere significativamente diversi. Nel nostro esempio di costo, è anche una casa molto efficiente dal punto di vista energetico e relativamente giovane, altrimenti dovrebbero essere applicati costi significativamente più alti alle riserve per la manutenzione e le riparazioni.

Domanda: da cosa dipendono i costi operativi totali di una casa unifamiliare?

Esperto quantistico: qui devi considerare tutta una serie di fattori, alcuni dei quali possono avere notevoli effetti sui costi di gestione di una casa unifamiliare:

  • l'ubicazione della casa (più precisamente, l'ubicazione)
  • il valore unitario
  • la dimensione della casa
  • Età, condizioni tecniche e dotazioni della casa
  • il tipo di impianto di riscaldamento e la sua efficienza
  • il numero di residenti nella casa
  • le assicurazioni scelte (per quanto riguarda la portata della copertura e il prezzo dell'assicuratore)

Questi sono almeno i fattori più essenziali da considerare quando si cerca di stimare i costi di gestione di una casa.

In singoli casi, circostanze speciali possono anche comportare lavoro aggiuntivo. Con una casa passiva, ad esempio, si risparmia molta energia da un lato a causa dell'elevata efficienza energetica, dall'altro le soluzioni high-tech utilizzate spesso causano costi di manutenzione e riparazione molto elevati nella nuova casa, che molti spesso tengono troppo poco conto. Con l'invecchiamento della casa, anche questi costi aumentano in modo significativo.

Domanda: Perché l'ubicazione della casa ha un ruolo nei costi di esercizio?

costi di gestione della casa familiare

Anche l'ubicazione della casa ha un ruolo

Esperto quantistico: tutta una serie di costi dipende in larga misura dal comune in cui si trova una casa.

Ciò si applica già all'imposta sulla proprietà, in cui ogni comune utilizza la propria cosiddetta aliquota di accertamento per l'imposta sulla proprietà. Il valore unitario fisso della casa viene moltiplicato per l'aliquota dell'imposta comunale - il risultato è quindi l'imposta sulla proprietà.

L'effetto dell'aliquota fiscale non deve essere sottovalutato: l'imposta sulla proprietà è spesso notevolmente più elevata, soprattutto nelle aree metropolitane. L'imposta sulla proprietà a Berlino può facilmente essere il doppio rispetto, ad esempio, a un piccolo comune della Baviera.

Ma anche i costi per la pulizia delle strade, le tasse sui rifiuti e le tasse per le fognature variano da comune a comune. Per le associazioni fognarie, i costi del gasdotto sono ovviamente enormemente costosi se sono necessari lunghi percorsi del gasdotto tra poche case sparse, che non solo devono essere costruite, ma devono anche essere riparate e mantenute. Questi costi più elevati vengono quindi trasferiti alle famiglie, che spesso devono pagare tariffe per le acque reflue significativamente più elevate rispetto ai proprietari di case in aree densamente edificate. Inoltre, ci sono spesso differenze tra gli stati federali.

Domanda: è per questo che anche il valore unitario gioca un ruolo - a causa dell'importo dell'imposta sulla proprietà?

Esperto quantistico: esattamente. Dopo tutto, il valore unitario e l'aliquota fiscale vengono moltiplicati insieme: una casa con il doppio del valore unitario quindi costa anche il doppio della tassa sulla proprietà.

Domanda: come viene determinato il valore unitario?

Esperto quantistico: la procedura per il calcolo dei valori unitari è complicata. In parole povere, il valore della casa è calcolato fino al 1964, che è il valore standard.

Nei nuovi Stati federali, invece, per il calcolo del valore unitario viene utilizzato l'anno 1935. Ciò compensa le differenze tra la Repubblica federale e l'ex DDR.

Domanda: L'età della casa da un lato causa un valore inferiore e quindi meno tasse sulla proprietà, ma dall'altro i costi aumentano, giusto?

costi di gestione della casa familiare

Più vecchia è la casa, maggiori saranno i costi

Esperto quantistico: esattamente. La tassa sulla proprietà potrebbe quindi essere inferiore, ma altri costi potrebbero essere significativamente più alti.

Una vecchia casa necessita di più riparazioni e manutenzione e ad un certo punto deve essere modernizzata tecnicamente. Ciò può comportare costi enormemente elevati, che a loro volta devono essere coperti da riserve mensili notevolmente più elevate (o, se necessario, rimborsi per un prestito di ristrutturazione).

I costi di gestione di una vecchia casa possono quindi aumentare notevolmente a causa di questo elevato sforzo di manutenzione. Dovresti assolutamente tenerne conto quando acquisti una casa.

Inoltre, nelle vecchie case di solito il sistema di riscaldamento è meno efficiente e di solito fa risparmiare solo un po 'di energia, e l'isolamento termico (isolamento) di solito non è particolarmente buono. Ciò significa che anche i costi di riscaldamento possono aumentare enormemente.

Domanda: in che misura i costi di riscaldamento differiscono tra le case?

Esperto quantistico: c'è una vasta gamma in questo settore - non è per niente che l'isolamento e un efficiente sistema di riscaldamento sono considerati così importanti oggi.

Nel nostro esempio, i costi di riscaldamento sono poco più di 5 EUR per m² all'anno. Nelle case più vecchie con sistemi di riscaldamento obsoleti e quasi nessun isolamento, i costi possono facilmente essere tre volte più alti.

Per una casa delle dimensioni del nostro esempio, ciò fa la differenza fino a 140 EUR di costi aggiuntivi al mese o 1.680 EUR all'anno in termini di soli costi di riscaldamento.

Se la casa ha anche finestre mal sigillate o molto vecchie, le spese di riscaldamento possono essere anche più alte. Ciò vale anche per edifici completamente non isolati e ancor di più per strutture molto antiche (come le case elencate).

Domanda: il consumo energetico può anche essere superiore a quello dell'esempio sopra?

costi di gestione della casa familiare

Chi risparmia elettricità paga costi di esercizio notevolmente inferiori

Esperto quantistico: Sì, è anche probabile. Persone molto parsimoniose vivono nella nostra casa di esempio che ovviamente non sono nemmeno a casa molto.

In una famiglia in cui vivono 4 o 5 persone, il consumo di elettricità di 6.000 kWh all'anno è del tutto possibile - il che comporterebbe quindi costi per l'elettricità circa 130 EUR al mese - che è, molto di più rispetto al nostro esempio di costo. Lì costa solo 80 EUR al mese.

Domanda: Tornando alle case più vecchie: tali case sono spesso molto più economiche da acquistare rispetto a un nuovo edificio - questo compensa i maggiori costi di esercizio?

Esperto quantistico: ovviamente, devi sempre considerarlo caso per caso. Naturalmente lo stato di conservazione tecnico e la necessità di riparazione giocano sempre un ruolo fondamentale nella valutazione.

Se sei disposto a investire un po 'di soldi, spesso puoi compensare i maggiori costi di riscaldamento con investimenti minori. Un cambio della caldaia può essere fatto per meno di 10.000 euro, anche un cambio finestra significa solo costi di poche 100 euro per finestra, se fai attenzione ai costi e se lo fai sfrutta al massimo i finanziamenti possibili.

Se di conseguenza lo stato energetico dell'abitazione risulta notevolmente migliorato, i costi vengono spesso ammortizzati in pochi anni.

La situazione è diversa con le riparazioni, tuttavia: i costi a volte possono essere enormi, sia che sia il seminterrato che perde a causare problemi di umidità e muffa in casa o il tetto da sostituire.

Le case che hanno più di 30 anni di solito necessitano di ristrutturazione. Esiste una regola pratica approssimativa per i possibili costi di ristrutturazione: le case degli anni '70 e '80 di solito causano costi di ristrutturazione per un importo compreso tra il 20% e il 30% circa del prezzo di acquisto, per le case degli anni '50 e 60 può essere fino al 50% del prezzo di acquisto. Tuttavia, queste sono solo indicazioni molto approssimative - se la casa ha bisogno di riparazioni speciali, può diventare rapidamente ancora più costosa - a volte le case sono anche ben curate e mantenute e ci sono meno costi.

Se si prendono in considerazione questi costi e li si finanzia insieme al prezzo di acquisto, di solito questo ha un impatto minore sui costi operativi. Tuttavia, se inizi a ristrutturare e riparare in seguito, potresti dover fare i conti con elevati oneri mensili aggiuntivi. I costi operativi, comprese le spese di riparazione, spesso superano rapidamente i 1.000 euro al mese.