Bilanciamento idraulico: quali sono i costi?

costi di bilanciamento idraulico

Il bilanciamento idraulico di un impianto di riscaldamento è un processo complesso, ma molto sensato per ottimizzare l'impianto di riscaldamento. L'esperto di Quante spiega in dettaglio in un'intervista quali sono i costi da prevedere per il bilanciamento idraulico.

Domanda: cosa si fa con il bilanciamento idronico e quali sono i vantaggi?

Quante expert: Fondamentalmente, il bilanciamento idraulico riguarda l'ottimizzazione del sistema di riscaldamento. Il rendimento del riscaldamento viene ottimizzato mediante un apposito calcolo; se necessario vengono sostituite anche le valvole termostatiche e la pompa di circolazione per consentire una più ottimale regolazione del riscaldamento. Questo riscalda anche i radiatori in modo più uniforme.

Il motivo del confronto è che i radiatori vicini all'impianto di riscaldamento di solito si riscaldano troppo, mentre i radiatori lontani dall'impianto di riscaldamento ricevono troppo poco calore. Ciò porta ad una distribuzione non uniforme del calore nell'edificio, che non corrisponde all'effettiva richiesta di calore.

Il calore inutilizzato viene disperso attraverso i radiatori (vicini) che si surriscaldano, per portare in temperatura i radiatori remoti l'impianto deve lavorare più di quanto sia effettivamente necessario. È molto inefficiente. Le ragioni di ciò sono condizioni di pressione non regolate e flussi di volume dell'acqua di riscaldamento.

Il bilanciamento idraulico garantisce che ogni radiatore abbia la temperatura ottimale e riceva solo l'esatta quantità di calore di cui ha bisogno dal riscaldatore. Il flusso di calore ai radiatori che sono troppo vicini al sistema viene strozzato, il flusso di calore ai radiatori che sono lontani viene aumentato - fino a quando i radiatori hanno una temperatura equilibrata su entrambi i lati.

Gli installatori utilizzano un software speciale per il calcolo in cui devono essere inseriti dati speciali dal sistema di riscaldamento. Il programma quindi esegue i calcoli richiesti e annuncia i valori di impostazione ottimali.

L'installatore deve prima determinare i dati richiesti per il software - questo richiede alcune misurazioni sull'impianto di riscaldamento, che in alcuni casi possono rappresentare una notevole mole di lavoro. Solo così è possibile ottimizzare correttamente l'impianto di riscaldamento.

Per i nuovi sistemi di riscaldamento, il bilanciamento idraulico dell'intero sistema è obbligatorio dal 2003. Chi volesse ricevere un finanziamento per un nuovo impianto di riscaldamento (pompa di calore, biomasse, caldaia a condensazione) dovrà inoltre fornire evidenza di un bilancio idraulico eseguito con successo da uno specialista.

Come misura unica per ottimizzare il riscaldamento negli edifici esistenti senza sostituire il riscaldamento, anche il bilanciamento idraulico è ammissibile da solo.

Tuttavia, i costi per il bilanciamento idraulico sarebbero anche significativamente inferiori ai vantaggi che porta. L'ottimizzazione del sistema di riscaldamento porta non solo a radiatori uniformemente caldi e ad un ambiente di vita equilibrato, ma anche a notevoli risparmi sui costi di riscaldamento. Ciò significherebbe che il costo del bilanciamento idraulico si ripagherebbe entro pochi anni, anche senza finanziamenti.

Domanda: quanto costa normalmente un bilanciamento idraulico del sistema di riscaldamento?

costi di bilanciamento idraulico

Normalmente sono previsti almeno € 400 per il bilanciamento idraulico

Esperto quantistico: non puoi dirlo su tutta la linea: i costi variano a seconda del tipo di sistema di riscaldamento e delle dimensioni dello spazio abitativo.

Per una casa unifamiliare media con un sistema di riscaldamento di dimensioni normali, tuttavia, puoi assumere approssimativamente costi compresi tra 400 EUR e 500 EUR.

A seconda della situazione locale, i costi possono anche essere leggermente superiori o inferiori.

Se è necessario sostituire la pompa di circolazione e le valvole termostatiche, si dovranno sostenere costi aggiuntivi.

Un piccolo esempio di costi dalla pratica

Abbiamo un bilancio idraulico realizzato per il nostro impianto di riscaldamento. Vengono utilizzate nuove valvole termostatiche, ma la pompa di circolazione è ancora sufficientemente efficiente.

La nostra casa ha una superficie abitabile di 100 m² e 8 termosifoni alimentati da una stufa a gas.

Inviareprezzo
Bilanciamento idraulico - calcolo e impostazioni354 EUR
Valvole termostatiche8 x 29 EUR=232 EUR
costo totale586 EUR

Si tratta di costi che si applicano solo a un determinato edificio con un determinato sistema di riscaldamento. I costi possono essere notevolmente diversi per altri edifici, in particolare con un'area diversa, un sistema di riscaldamento diverso o quando viene sostituita una pompa di circolazione.

Domanda: Da quali fattori dipendono solitamente i costi per il bilanciamento idronico?

Esperto quantistico: qui devono essere presi in considerazione numerosi fattori:

  • la struttura dei costi dell'azienda commissionata (ci sono lievi differenze e anche differenze regionali)
  • il costo della misurazione delle stanze
  • il costo della misurazione dei radiatori
  • il costo della misurazione della rete di tubazioni
  • il costo del calcolo delle dimensioni della pompa
  • il costo per il calcolo della temperatura di mandata ottimale
  • il costo per il calcolo dei valori preimpostati per le valvole dei radiatori
  • il costo per eseguire le impostazioni in loco
  • il costo dei singoli componenti (valvole termostatiche, pompe) e
  • il costo di installazione dei componenti

In sostanza, molti fattori costruttivi giocano un ruolo anche per i costi e l'impegno che l'azienda ha nell'effettuare il bilanciamento idronico:

  • quanto è grande l'edificio (superficie riscaldata in m²)
  • il numero di stanze singole nell'edificio
  • Quale sistema di riscaldamento è installato (i sistemi di riscaldamento a due tubi, ad esempio, rendono molto più facile effettuare il confronto, i sistemi di riscaldamento monotubo lo rendono più difficile)
  • la dimensione dell'impianto di riscaldamento (un fattore importante nei costi)
  • l'età dell'impianto di riscaldamento (es. detentori mancanti che devono essere adattati)
  • le condizioni tecniche dell'impianto di riscaldamento
  • se è installato il riscaldamento a pavimento (maggiore sforzo di analisi e quindi costi leggermente superiori per il bilanciamento idraulico)

I costi esatti dipendono quindi da un gran numero di fattori molto diversi. Di norma, dopo una breve visita, un'azienda specializzata può solitamente fornire una stima dei costi abbastanza accurata di quanto sarà costoso il bilanciamento idraulico.

Domanda: quali costi puoi risparmiare con il bilanciamento idraulico?

costi di bilanciamento idraulico

Il bilanciamento idraulico può far risparmiare notevoli costi di riscaldamento

Esperto quantistico: non è possibile quantificarlo proprio perché ogni sistema di riscaldamento funziona in modo leggermente diverso e, soprattutto, viene riscaldato in modo diverso in ogni casa.

I valori medi affidabili per le tipiche case unifamiliari presuppongono, tuttavia, che dopo aver effettuato un bilancio idraulico, risparmi da 1 EUR per m² a 2 EUR per m² di superficie abitabile in costi di riscaldamento annuali di solito sono possibili.
Per una casa di 140 m² ciò corrisponde a un risparmio annuo sui costi di riscaldamento da 140 a 280 EUR circa.

A seconda del tipo di ottimizzazione, è possibile risparmiare fino al 25% delle spese di riscaldamento annuali, soprattutto con i vecchi sistemi di riscaldamento, che sono retrofittati con detentori, nuove valvole termostatiche e una nuova pompa di circolazione.

Questo valore medio tiene quindi adeguatamente conto del maggiore risparmio nelle case con uno spazio abitativo più ampio.

Domanda: come sono in relazione ai costi di riscaldamento effettivi?

Esperto quantistico: ipotizzando un fabbisogno di riscaldamento di circa 12.000 kWh per una casa unifamiliare media con riscaldamento a gasolio, si hanno risparmi sui costi da 140 a 280 euro su costi di riscaldamento totali di circa 800 euro. Il bilanciamento idraulico infatti si ripaga in brevissimo tempo (pochi anni).

Anche l'effetto ecologico non deve essere sottovalutato: un minor consumo di materiale da riscaldamento allevia sempre notevolmente l'ambiente.

Domanda: quali sussidi posso ottenere per il bilanciamento idraulico?

Quante-Expert: lo scambio di pompe e valvole termostatiche, ma anche di altri componenti di riscaldamento ottimizzati, può essere finanziato tramite il BAFA (Ufficio federale di economia e controllo delle esportazioni).

Oltre alle valvole termostatiche e alle pompe di circolazione nonché alle pompe di circolazione dell'acqua calda, possono beneficiare del finanziamento anche:

  • l'installazione dei singoli termoregolatori ambiente
  • l'installazione delle valvole di linea
  • l'installazione di tutti i dispositivi tecnici per il controllo della portata volumetrica
  • l'installazione di tecnologie separate di misurazione, controllo e regolazione
  • Memoria tampone
  • l'impostazione della curva di riscaldamento da parte di uno specialista

Tuttavia, queste misure sono ammissibili solo per il finanziamento in edifici esistenti (nel caso di nuovi edifici, il bilanciamento idraulico è obbligatorio quando si installa un nuovo sistema di riscaldamento).

Il 30% dei costi netti di investimento è finanziato per tutti i servizi relativi al bilanciamento idraulico.

L'importo massimo ancora ammissibile al finanziamento è di 25.000 euro, che in ogni caso non ha importanza per il settore privato. Se il finanziamento per il bilanciamento idraulico è già stato ottenuto da un'altra parte, il finanziamento da BAFA non può più essere richiesto.

Prima di iniziare il lavoro è necessario registrarsi elettronicamente; è possibile inserire i propri dati e caricare le relative fatture entro 6 mesi dal completamento del lavoro. Sulle fatture possono essere riportati solo i costi ammissibili, altrimenti non verranno riconosciuti (in fase di ordine, assicurarsi che sulle fatture non siano visibili altre voci di costo e che la fattura per il bilanciamento idraulico venga creata separatamente!).

Il finanziamento verrà quindi erogato entro 6 mesi.

In alternativa, c'è anche un finanziamento da KfW come parte del programma di finanziamento 430, che prevede un sussidio del 10% sui costi, ma solo se i costi totali sono superiori a 3.000 euro. Questo non dovrebbe essere il caso della maggior parte delle case unifamiliari.

Occasionalmente, fornitori di energia, città o comuni offrono anche interessanti sussidi per la realizzazione di un bilancio idraulico. Questi sono approssimativamente:

  • la città di Düsseldorf
  • l'Agenzia per la protezione del clima di Mannheim
  • la città di Monaco
  • la città di Kehl
  • la comunità di Wallenhorst
  • lo stato di Brema
  • l'energia di Isernhagen funziona
  • la Stadtwerke Giessen
  • il distretto di Gütersloh
  • l'unica energia in Sassonia
  • swb AG
  • lo Stadtwerke Emden
  • Energie Waldeck-Frankenberg GmbH
  • Stadtwerke Solingen GmbH - Klingen Plus
  • la Stadtwerke Aachen
  • l'ENTEGA

È meglio chiedere al proprio comune e al proprio fornitore di energia locale se esiste un sussidio anche nella propria zona.