Quali costi artigiani puoi stimare?

artigiano-costi-2

Il costo del lavoro per gli artigiani spesso fa male. Inoltre, c'è spesso una grande incertezza su quali tariffe orarie dovrebbero essere calcolate per quali operazioni. Abbiamo chiesto agli esperti di Quante nella nostra intervista quanto costano gli artigiani.

Domanda: quanto costa l'ora di un artigiano?

Quante-Expert: Le tariffe orarie sono ovviamente diverse a seconda del commercio e dell'azienda. Oltre al puro costo del lavoro (i costi per il dipendente), le aziende calcolano anche tutta una serie di altri costi.

A seconda del commercio e dell'azienda, il calcolo può quindi portare a tariffe orarie diverse. Prima di tutto, un esempio di costi.

Esempio di costo dalla pratica

artigiano-costi-2


A seconda del tipo di attività, ci sono costi diversi.

Stiamo progettando di rinnovare la nostra cucina. Facciamo molto del lavoro da soli, ma abbiamo bisogno di un elettricista per installare nuove prese. Un falegname aiuta con alcuni lavori di aggiustamento, abbiamo anche piccoli lavori svolti dall'idraulico. Abbiamo solo elencato i costi di manodopera, i costi dei materiali e il viaggio non sono stati presi in considerazione.

Inviareprezzo
Elettricista, 1,5 ore91,80 EUR netti
Idraulico, 3 ore166,50 EUR netti
Falegname, 2 ore89,60 EUR

I costi qui riportati rappresentano solo i costi richiesti dai singoli artigiani, a seconda dell'azienda le tariffe orarie richieste possono differire notevolmente da quelle indicate.

Domanda: qual è la fascia normale dei costi dell'artigiano?

Esperto quantistico: quando si tratta di tariffe orarie, puoi presumere che il costo degli artigiani si aggiri tra i 35 euro l'ora a 65 euro l'ora. Di solito solo specialisti specializzati o aziende molto costose si trovano al di sopra di questo.

Le tariffe orarie per elettricisti e idraulici sono spesso leggermente più alte, mentre imbianchini e falegnami si trovano spesso all'estremità inferiore della fascia di prezzo.

Oltre ai costi del materiale, ci sono anche i costi di viaggio. Differiscono da azienda ad azienda e si basano principalmente sulla distanza per arrivarci, sul tempo necessario per arrivarci e sulle macchine da trasportare, se necessario. In molti casi viene applicata una tassa di viaggio.

Costi forfettari

costi artigiani


Spesso i pittori calcolano i costi in base ai m².

Occasionalmente, il lavoro non viene fatturato in base alle ore, ma in base ad altre misure di rendimento (ad es. Il pittore spesso fattura il suo lavoro solo con una tariffa forfettaria basata su m² di muro dipinto.

Alcuni lavori, come l'allestimento del cantiere, possono sempre essere addebitati allo stesso importo. Tali tariffe forfettarie vengono quindi sempre indicate di conseguenza sulla fattura.

Va notato che tutti i servizi aggiuntivi che non sono inclusi nella portata forfettaria dei servizi sono generalmente fatturati anche su base oraria (ad esempio se il pittore deve rimuovere i mobili dalla stanza prima della mascheratura). Questi costi sono quindi solitamente chiamati "costi di direzione", il lavoro necessario si svolge "sotto regia".

Domanda: da cosa dipendono i costi dell'artigiano?

Esperto quantistico: qui devi prima distinguere tra costi materiali, costi di viaggio e costi di manodopera.

Costi dei materiali

I costi del materiale si riferiscono sempre al materiale che l'artigiano utilizza nel suo lavoro. I rifiuti inevitabili vengono sempre presi in considerazione e devono essere pagati.

In molti casi, vengono prese in considerazione anche determinate dimensioni del contenitore, anche se nell'ultimo contenitore aperto sono presenti degli avanzi. L'artigiano calcola quindi sempre il numero di contenitori utilizzati, non la quantità esatta di materiale che è stato lavorato in cantiere.

Costi di viaggio

Le spese di viaggio vengono calcolate in modo diverso dalle compagnie. Il più delle volte, i seguenti sono fondamentali per il calcolo:

artigiano-costi-2


Il modo per arrivarci è anche uno dei costi dell'artigiano.

  • la distanza percorsa (se applicabile, tariffa forfettaria per un certo raggio)
  • il tempo di viaggio (orario di lavoro del dipendente)
  • il costo totale dei km sostenuti per il veicolo
  • possibilmente maggiori costi di trasporto per il necessario trasporto di macchine, utensili, ponteggi, ecc.

Costo del lavoro

I costi di manodopera possono essere calcolati sia per ora che per il lavoro svolto (es. M²). Se il calcolo è basato su m², dietro di esso c'è sempre una tariffa oraria (calcolata).

Il calcolo di una tariffa oraria adeguata è un compito molto complesso. Oltre al costo del lavoro per il dipendente, ci sono molte altre voci di costo che devono essere prese in considerazione:

  • le spese sociali legali della società (quota del datore di lavoro per le assicurazioni sociali, contributo alla ripartizione delle indennità di insolvenza,
  • Altri costi accessori per il dipendente (ferie e bonus natalizi, giorni festivi, continuazione del pagamento della retribuzione in caso di malattia, pensione aziendale, costi di formazione e perfezionamento ripartiti per i dipendenti, ecc.)
  • le cosiddette spese generali operative
  • il margine di profitto per l'azienda (profitto per l'imprenditore, ritorno sul capitale proprio, ecc.)

I costi generali operativi includono:

  • i costi di acquisto di macchinari, strumenti, dispositivi e veicoli
  • Costi di manutenzione e riparazione per macchine e dispositivi
  • i costi per l'edificio aziendale e il magazzino (affitto, spese accessorie, riscaldamento, manutenzione, riparazioni)
  • i costi correnti dell'azienda (tasse aziendali, assicurazione del veicolo e costi di riparazione, assicurazione aziendale, interessi sui prestiti)
  • costi amministrativi (costi per personale d'ufficio, contabilità, spese di viaggio)
  • Costi per pubblicità, gestione del sito web, ecc.

Tutti questi costi sono imputati all'ora del singolo artigiano e inclusi nel calcolo. Le tariffe orarie pagate dal cliente devono coprire tutti questi costi, anche in una situazione di cattivo ordine quando vengono lavorate solo poche ore.

Le tariffe orarie contengono molto di più dello stipendio del singolo artigiano.

Domanda: è possibile detrarre le spese artigianali a fini fiscali?

costi artigiani


Le spese per l'artigiano possono essere detratte dalle tasse.

Esperto quantistico: Sì, questo è possibile in molti casi. Per i dipendenti, il 20% dei costi di lavoro e di viaggio riportati (non i costi dei materiali) è deducibile dalle tasse quando si tratta di lavori di ristrutturazione, riparazione e abbellimento. Il limite massimo è di 6.000 EUR all'anno, il che significa che è possibile richiedere un massimo di 1.200 EUR all'anno.

Il presupposto per questo è che la fattura sia stata trasferita (il pagamento in contanti non è accettato dall'ufficio delle imposte) e che tu usi l'appartamento, la casa o la proprietà su cui sono stati eseguiti i lavori. Nel caso di misure sponsorizzate dal governo, tuttavia, i costi non possono essere detratti dalle tasse.

I proprietari possono richiedere costi di artigianato come spese pubblicitarie.