Costi dell'acqua calda sanitaria e come ridurli

costi dell'acqua calda

In molte famiglie l'acqua calda necessaria è generata dal sistema di riscaldamento. Ciò significa che l'acqua calda richiesta può causare anche notevoli costi di riscaldamento. L'esperto quantistico spiega in dettaglio in un'intervista quanto possono essere alti questi costi e come possono essere ridotti.

Domanda: quali possibilità ci sono in casa per produrre acqua calda per le necessità quotidiane?

Esperto quantistico: Prima di tutto, è necessario fare una distinzione se la preparazione dell'acqua calda avviene centralmente o decentralmente.

La preparazione decentralizzata dell'acqua calda significa che l'acqua calda viene prodotta direttamente nel luogo di consumo - questo è garantito da scaldacqua istantanei che funzionano con elettricità o gas.

Il riscaldamento a gas (caldaia a gas) negli appartamenti in affitto è un caso speciale: qui, il calore per il riscaldamento e l'acqua calda sono prodotti in un dispositivo, ma poiché ogni appartamento ha la sua caldaia a gas, questa forma di In realtà considerare anche la preparazione dell'acqua calda come "decentralizzata" perché l'acqua calda non viene prodotta centralmente per l'intero condominio.

La preparazione centralizzata dell'acqua calda può avvenire sia tramite l'impianto di riscaldamento stesso, ma anche tramite una caldaia, ovvero un bollitore, che ha sempre a disposizione acqua calda e alimenta tutti i punti di prelievo.

Quando si tratta di sistemi di riscaldamento, dipende sempre molto da quale fonte di energia vengono utilizzati:

  • Olio bollente
  • gas naturale
  • Biomasse (pellet, cippato)
  • Teleriscaldamento
  • Gas liquido
  • Riscaldamento a pompa di calore con preparazione acqua calda
  • impianti solari termici collegati

Così come i costi per il riscaldamento possono variare in modo abbastanza significativo a seconda della fonte energetica, anche i costi per la preparazione dell'acqua calda sono soggetti alle stesse differenze. Questo deve sempre essere preso in considerazione nella stima dei costi.

Domanda: quali sono i costi medi per il riscaldamento dell'acqua?

Esperto quantistico: puoi giudicarlo solo in un caso individuale specifico.

costi dell'acqua calda

L'acqua calda può essere prodotta localmente o centralmente

Ma se si guardano i valori medi, si può presumere che una sola persona in un condominio utilizzi circa 10 m³ di acqua all'anno.

Sono necessari 1.900 kWh di energia per riscaldare 10 m³ di acqua a 60 ° C. Ad un prezzo del gas di 6,5 centesimi / kWh, ciò corrisponde a circa 123,50 EUR di costi per l'acqua calda all'anno.

Alcuni esempi di costi per altri tipi di riscaldamento

Se ci atteniamo a questo esempio, possiamo confrontare i costi per la preparazione dell'acqua calda con altri tipi di riscaldamento.

I prerequisiti qui sono: 10 m³ di consumo di acqua calda all'anno e 1.900 kWh di calore necessario per il riscaldamento

Tipo di riscaldamentoCosti per il riscaldamento di 10 m³ di acqua calda
Riscaldamento a gas123,50 EUR
Riscaldamento a condensazione a gascirca 105 EUR
Riscaldamento a gasolio123,50 EUR (a causa del prezzo del petrolio attualmente basso)
Riscaldamento a pellet95 EUR
Riscaldamento a cippato60,80 EUR
Pompa di calore con JAZ 4.187,97 EUR * per il funzionamento con la tariffa elettrica della pompa di calore
elettricità532 EUR

Naturalmente, queste sono solo linee guida approssimative, ma mostrano già il rapporto di costo tra le singole forme di riscaldamento. Anche in questo caso non si è tenuto conto della diversa efficienza dei singoli riscaldatori durante il riscaldamento dell'acqua.

A causa della tecnologia di riscaldamento, possono esserci differenze significative anche qui.

Anche una cosa è diventata chiara: se l'elettricità viene utilizzata per riscaldare questa quantità di acqua, è più di tre volte più costosa di qualsiasi preparazione centralizzata di acqua calda tramite il riscaldamento.

costi dell'acqua calda

Gli scaldacqua istantanei sono economici, ma più costosi di un sistema di riscaldamento centralizzato dell'acqua

Oggigiorno i moderni scaldacqua istantanei sono per lo più a temperatura controllata e sono quindi spesso molto più economici, ma non riescono a tenere il passo con i costi della preparazione centralizzata dell'acqua calda.

Se conosci le bollette del riscaldamento, hai un altro modo abbastanza affidabile per stimare il costo del riscaldamento dell'acqua:

In un vecchio edificio non ristrutturato, i costi dell'acqua calda rappresentano circa il 10% dei costi totali di riscaldamento, in una casa a basso consumo energetico il 25% dei costi di riscaldamento. Per tutte le altre case si trovano tra questi due valori, a seconda dello stato energetico.

Domanda: da quali fattori dipendono i costi dell'acqua calda?

Esperto quantistico:

Domanda: come si possono ridurre i costi dell'acqua calda?

Quantum Expert: ci sono diversi modi per farlo.

Da un lato vale la pena acquistare un impianto solare termico in molte case unifamiliari. Questi sistemi non generano elettricità (che poi sarebbe un impianto fotovoltaico), ma solo acqua calda.

Il riscaldamento dell'acqua funziona anche in inverno: con i moderni collettori con tecnologia sottovuoto, anche nelle giornate invernali più fredde è possibile generare temperature fino a 45 ° C solo con la forza del sole.

costi dell'acqua calda

I sistemi solari termici sono moderni e fanno risparmiare denaro

Per un sistema che viene utilizzato solo per riscaldare l'acqua, è necessario calcolare i costi di acquisto di circa EUR 4.000 a EUR 5.000 per una famiglia di 4 persone. Ciò si ripaga rapidamente, poiché di solito è possibile coprire completamente il fabbisogno di acqua calda con il sistema.

Con impianti di dimensioni leggermente maggiori potrete quindi fornire un supporto efficace anche al vostro impianto di riscaldamento risparmiando così anche sui costi di riscaldamento.

Un altro modo, ovviamente, è ridurre il consumo di acqua calda. Puoi limitare la temperatura e utilizzare l'acqua calda in modo più economico e consapevole. L'acqua calda spesso non è necessaria per lavarsi le mani e non deve scorrere per un tempo inutilmente lungo per lavarsi.

In alcuni casi questo porta anche ad una significativa riduzione dei costi dell'acqua calda se si estrapola all'anno.

Se valga la pena sostituire gli scaldacqua istantanei con la produzione centralizzata di acqua calda può essere valutata solo caso per caso. I costi di acquisto per la preparazione centralizzata dell'acqua calda sono relativamente alti: oltre al sistema stesso, devono essere posate anche le tubazioni corrispondenti e realizzati i collegamenti.

Se è necessaria solo poca acqua calda, spesso si ripaga da sola dopo molti anni.

Domanda: In un appartamento in affitto, il consumo di acqua calda deve essere misurato, giusto?

Quante-Expert: Sì, secondo l'ordinanza sui costi operativi, questo è obbligatorio da 10 anni.

In passato, esisteva una normativa che prevedeva che i costi per la preparazione dell'acqua calda potessero essere stimati anche a un tasso fisso del 18% dei costi di riscaldamento, ma oggi ciò non è più consentito.

Se un proprietario applica ancora questa regola di stima invece di utilizzare un contatore di calore, puoi gentilmente sottolineare che la stima non è ammissibile e detrarre il 15% dai costi dell'acqua calda. Questo è coperto dalle decisioni dei tribunali.